PIATTI UNICI (RICETTE DI BASE)
SERVIRE DOPO UN BUON ANTIPASTO
(ad esempio :granchio limone e germogli di soia o granchio limone e surimi o granchio limone e cuori di palma)


click here to go to Milano

 

ASIAN NOODLES SOUP (RICETTA BASE)


preparare un soffritto di cipolla
aggiungere conserva di pomodoro e sobbollire 20 minuti
aggiungere il latte di cocco
aggiungere curry paste o altra salsa piccante
aggiungere piselli o carciofini (in alternativa bambu',funghi cinesi,boccioli di banana,ocra o altri vegetali orientali)
a parte cuocere i gamberi in forno a 200 gradi per 5 minuti (o sbollentarli in padella per 3 minuti)
sobbollire la soup per 10 minuti e quindi aggiungere i gamberi e i noodles
spegnere subito il fuoco e lasciar riposare 5 minuti prima di servire
la cotttura finale dei gamberetti e la cottura dei noodles avvengono a fuoco appena spento nella soup molto calda





CHILI CON CARNE (RICETTA BASE)

preparare un soffritto di cipolla
aggiungere i fagioli rossi e neri precedentemente lasciati in acqua 24 ore
aggiungere il passato o la conserva di pomodoro
sobbollire per 2 ore
passare il minipimer solo al centro della pentola per frullare circa 1/4 dei fagioli
aggiungere la salsa chili o la harissa o curry paste
aggiungere la carne trita
sobbollire 1 ora
servire con riso basmati lessato in acqua e limone




MINESTRONE ALLA ERIC

preparare un soffritto di cipolla in olio piccante
aggiungere brodo vegetale e un preparato per minestrone surgelato
sobbollire mezz'ora
passare tutto al minipimer , salare e pepare
a parte soffrigere in olio di oliva e aglio delle fette di pane
servire tiepido e impiattare sulle fette di pane
(in alternativa alle fette di pane si può cuocere nel minestrone una pasta corta o spaghetti spezzati, se servito come primo senza pane e senza pasta si può guarnire al centro con 2 cucchiai di panna acida)



per la ricetta delle seppie in umido alla Erik click here click here















 

 

altre immagini di Milano

click here to go to San Francisco (Tigullian connection)

 










HAMBURGER CON LE PERE (ERIK)

tagliare una pera per persona a fette sottili
soffriggere le fette di pera in una padella con olio bollente
aggiungere sale grosso
aggiungere gli hamburger e cuocere a fuoco massimo
quando sono clolorite completare la cottura a fuoco basso fino a fare appassire le fette di pera
flambare con Rum e servire

(si può sostituire l'hamburger con tranci di pesce spada o filetti di merluzzo)





IL LUNGO VELO NERO
(long black veil , country song)

Dieci anni fa, in una notte fredda e scura
Qualcuno è stato ucciso sotto il lampione del municipio
In pochi assistettero alla scena, ma furono tutti d’accordo
che l’uomo che scappava assomigliava molto a me

Lei cammina per queste colline vestita di un lungo velo nero
Lei fa visita alla mia tomba quando geme il vento della notte
Nessuno sa, no, e nessuno vede
Nessuno, tranne me

Il giudice disse “Figliolo, qual è il tuo alibi?"
“Se eri da qualche altra parte, non dovrai andare a morte”
Non dissi una parola, sebbene questo significasse la mia vita
perché ero stato tra le braccia della moglie del mio migliore amico

Lei cammina per queste colline vestita di un lungo velo nero
Lei fa visita alla mia tomba quando geme il vento della notte
Nessuno sa, no, e nessuno vede
Nessuno, tranne me

Il patibolo è alto e la eternità è vicina
Lei assistette tra la folla e non versò una lacrima
Ma qualche volta la notte, dove il vento freddo sembra un lamento
Vestita di un lungo velo nero, lei piange sulle mie ossa

Lei cammina per queste colline vestita di un lungo velo nero
Lei fa visita alla mia tomba quando geme il vento della notte
Nessuno sa, no, e nessuno vede
Nessuno, tranne me.



fotografia di Andrea Franzini







SUNDAY MORNING COMING DOWN
(Kriss Kristofferson)

Mi sono svegliato domenica mattina
Senza riuscire a tenere la testa, non faceva male
E la birra bevuta per colazione non era male
Così ne ho bevuta un’altra per dessert
Poi mi sono gettato a cercare vestiti nell’ armadio
E ho trovato la mia più pulita camicia sporca
Così mi sono lavato il viso e pettinato i capelli
E ho rotolato per le scale per cominciare la giornata

Mi sono fumato la mente la notte prima
Con le sigarette e le canzoni che ho raccolto
Ma ho acceso la prima e guardato un ragazzino
Giocare con una lattina che stava calciando
Poi ho attraversato la strada
E ho catturato l’odore domenicale di qualcuno che friggeva un pollo
E mi ha riportato indietro a qualcosa
Che ho perso tempo fa, in qualche modo nella vita
Su un marciapiede di domenica mattina
Prego Dio che stia “fatto”
perché c’è qualcosa nella domenica
Che fa sentire un corpo da solo
E non c’è niente tranne la morte
che sia almeno la metà solitario del suono
Di un marciapiede cittadino che dorme
E la domenica mattina verrà

Nel parco ho visto un papà
Con una bambina ridente che lui stava dondolando
E mi sono fermato accanto una scuola domenicale
E ho ascoltato le canzoni che stavano cantando
Poi mi sono diretto giù per la strada
E lontano da qualche parte una campana solitaria stava risuonando
E echeggiava per il canyon
Come i sogni scomparsi di ieri

Su un marciapiede di domenica mattina
Prego Dio che stia “fatto”
perché c’è qualcosa nella domenica
Che fa sentire un corpo da solo
E non c’è niente tranne la morte
che sia almeno la metà solitario del suono
Di un marciapiede cittadino che dorme
E la domenica mattina verrà

















RISO CON GAMBERI E CEREALI

Preparare una zuppa di cereali
Cuocere il riso Jasmin o basmati in acqua sale e limone
sbollentare i gamberi in padella
Unire i gamberi ai cereali bollenti e completarne la cottura
servire con il riso ed una salsa agro dolce (miele , harissa e senape)